IL CENTRO DEL MONDO. CANTO A UNA VIRTÙ DIMENTICATA

Drammaturgia di Gabriele Allevi, Luca Doninelli e Valter Malosti
Regia di Valter Malosti
special guest alla chitarra Andrea Braido
Con Valter Malosti
musiche e live electronics G.U.P. Alcaro e Paolo Spaccamonti
A cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo per le Celebrazioni del Patrono Sant'Alessandro


Descrizione

La parola “Umiltà” porta in sé la traccia di “humus”, terra. L’umile è colui che tiene i piedi ben saldi a terra, è colui che non ama allontanarsi dalla realtà per inseguire disegni astratti: sa creare cose splendide - dipinti, romanzi, poemi - ma sempre come piegando il capo alla maestà della vita, alla sua varietà imprevedibile, alla sua capacità di stupirci. L’umiltà non è disistima di sé. Semplicemente, ci ricorda che noi non siamo il centro del mondo.

Lo spettacolo scelto per la festa di Sant’Alessandro si muove in questa direzione, accostando autori lontanissimi nel tempo, nello spazio e forse ancora più lontani dal punto di vista culturale. Eppure, la convergenza delle loro riflessioni è impressionante.

Ai testi biblici della prima parte della serata si affianca, nella seconda parte, il testo della splendida conferenza Questa è l’acqua, che David Foster Wallace tenne nell’università dove insegnava, tre anni prima di morire. Partendo da una storiella divertente, lo scrittore ci ricorda che l’ascesi quotidiana cui tutti dovremmo tendere, se vogliamo essere i protagonisti della nostra vita, è quella di sconfiggere, giorno dopo giorno, quel default che ci fa credere di essere al centro di un universo di cui saremmo i sovrani assoluti. E conclude dimostrando, in termini totalmente laici, l’imprescindibilità della dimensione altra della vita.

Protagonisti della serata sono Valter Malosti, attore e regista tra i più apprezzati del teatro italiano, e Andrea Braido, che con la sua chitarra tesserà una trama musicale di accompagnamento ai testi recitati. 


Date dello spettacolo

25/08/2018 21:00 - Bergamo, Città Alta, Cattedrale