PER OBBEDIENZA - Cronaca dal palco

Dell'incanto di frate Giuseppe

19/06/2016 - Ponte San Pietro, chiesa vecchia

Bellissima e commovente performance di Fabrizio Pugliese nella chiesa vecchia di San Pietro a Ponte San Pietro. Solo, con uno sgabello come scenografia nell'ampio spazio della chiesa, eppure nessuno tra il folto pubblico ha sentito la necessità di qualcosa d'altro. La storia fosca e gloriosa del santo da Copertino ha riempito gli occhi e i sensi di tutti. Scorrevano insieme alle parole e ai gesti essenziali, le immagini delle chiese affrescate, dei luoghi miserabili in cui ha vissuto il santo idiota, i volti dei ricchi e dei potenti mescolati a quelli del popolo che, solo, ne sapeva comprendere la grandezza. La vicenda è quella di uno scarto della società, analfabeta, sfortunato, semplice fino al ridicolo; misteriosamente viene scelto da Dio per farne lo strumento glorioso della sua presenza che scandalizza i potenti. Non cerca la fama, ed è ricercato da tutti per i miracoli che compie, è schivo e vuol vivere nel nascondimento, ma l'intensità delle sue estasi lo porta ad elevarsi col corpo in voli spettacolari. Che senso ha oggi portare in scena una storia così lontana dai nostri criteri di riuscita umana? Forse nel bel mezzo del crollo di tutti i cosiddetti valori sociali che utilizziamo per giudicare il valore della singola persona, dal Seicento di san Giusepe da Copertino ci raggiunge un monito potente. 

La voce del pubblico

+ Di' la tua!

22/06/2016 10:42 - Massimo Vignati:
Sono rimasto affascinato dalla recitazione di Fabrizio Pugliese, voce, corpo, cuore uniti per esprimere il mistero e la materialità della vita di San Giuseppe da Copertino. Sono rimasto sconvolto dalla realtà del rapporto di quest'uomo con Cristo e Sua Madre, fatto di grandissimo affetto, grandissima obbedienza, grandissimo desiderio di rivivere un poco nel proprio corpo i dolori con cui Cristo ha salvato il mondo. Sono rimasto molto perplesso perchè io non vivo così neppure lontanamente. Ma ne rimango affascinato. E' stato uno spettacolo meraviglioso, denso, carnale, coinvolgente. Bravissimo Pugliese!!!!